Daniele Capoferri

Daniele Capoferri

Grafico e Web Designer

COME MANTENERE VELOCE IL TUO SITO WORDPRESS.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

SOMMARIO POST

Hai un sito o E-Commerce sviluppato in WordPress? Allora questo articolo fa al caso tuo!

Se hai creato o ti sei fatto creare il tuo sito da un professionista, molto probabilmente ti avrà sviluppato e consegnato un sito veloce e che rispetta tutti i criteri richiesti dai motori di ricerca per essere indicizzato e posizionato correttamente, infatti uno dei fattori chiave che i motori di ricerca tengono in considerazione (Google in modo particolare) è la velocità di caricamento del sito web. 

Al giorno d’oggi la maggior parte del traffico deriva da device mobile (smartphone) che spesso usano connessioni più lente di quando si naviga in rete domestica o aziendale tramite fibra ottica o wifi, questo comporta un rallentamento nel caricamento dei nostri siti web, per fare in modo che il sito si carichi velocemente (tra i 3 e i 5 secondi) bisogna in fase di manutenzione del sito web, mantenere delle buone pratiche, vediamo quali sono:

HOSTING

Questo passo è fondamentale e va fatto prima di sviluppare il sito web, bisogna scegliere un hosting che abbia tempi di caricamento veloci e possibilmente con una rete CDN (Content Delivery Network) soprattutto se il sito si rivolge ad un utenza internazionale. 

Se dopo che ti è stato consegnato il sito web ti accorgi che il provider è lento puoi sempre migrare o meglio chiedere al tuo web designer di fare spostare il sito su un hosting più performante.

LE IMMAGINI NEL SITO WEB

Se devi caricare nuovi prodotti (nel caso tu abbia un E-Commerce) o creare articoli per il blog, sicuramente dovrai caricare delle immagini. Come ti avrà spiegato il tuo web designer non bisogna mai caricare le immagini così come le abbiamo acquistate, scaricate dalla rete o fornite da un fotografo, le immagini vanno sempre ottimizzate in modo che non perdano qualità e il loro peso sia il più leggero possibile

Per fare questo devi innanzitutto ridimensionarle, la dimensione varia in funzione a dove va posizionata l’immagine, generalmente non deve mai superare i 1600 pixel di larghezza per 900 pixel di altezza per le immagini grandi, mentre per quelle più piccole si può usare una dimensione di circa la metà 800 x 450 pixel, queste dimensioni sono generiche e in base alla loro funzione e posizionamento possono essere più piccole. 

Oltre alla dimensione bisogna pensare al formato in cui salvarle, qui hai 3 strade, .jpg, .png per le immagini con trasparenza oppure un formato relativamente nuovo .webp. Quest’ultimo formato è il più leggero di tutti ma ad oggi i browser più datati non lo riconoscono sempre. 

Per fare tutto questo dobbiamo passare attraverso dei software per modificare le immagini, si va dal classico Photoshop con la sua funzione dedicata (salva per web) a tool online come BeFunky o tools simili.

Dopo aver ridimensionato l’immagine possiamo alleggerirla ulteriormente tramite in tool online come tinyjpg oppure possiamo installare o farti installare dal tuo web designer un plugin come imagify o lo stesso plugin di tinyjpg che comprime le immagini in modo automatico una volta caricate nel sito web o E-Commerce.

Personalmente, nei siti web ed E-Commerce che creo per ogni immagine che devo inserire passo per tutti e 3 questi passaggi (Photoshop, tinyjpg e imagify tramite tool online o con il plugin) sempre stando attento a non sacrificare troppo la qualità della foto, come in tutte le cose bisogna trovare un compromesso e bilanciare peso e qualità. 

USA LA CACHE

La cache è una sorta di “memoria” presente nei borwser e nei server , questa salva in automatico le informazioni delle pagine che abbiamo visitato così quando torneremo su quel sito web il browser sarà più veloce a caricare il sito in questione in quanto le avrà già in memoria le informazioni che servono per caricare la pagina. 

Pulire la cache lato server ti aiuterà ad evitare che gli utenti vedano una versione non aggiornata del sito web e farà in modo che si carichi più velocemente. 

Per pulire la cache puoi usare un plugin come W3 total cache, Wp Fast Cache etc… 

USA UNA CDN

Come accennato precedentemente se hai un sito multilingua o un sito con un utenza internazionale è buona cosa valutare l’uso di una CDN, questa funzione collega il server che sta attualmente ospitando il tuo sito web a quello geograficamente più vicino (tra una rete di serve sparsa in giro per il mondo) all’utente che sta visitando il sito, restituendo le informazioni più velocemente e alleggerendo il carico di lavoro al tuo server attuale. 

Questo lo puoi fare tramite hosting o usando dei plugin dedicati, attenzione nel secondo caso il plugin va configurato correttamente, chiedi al tuo web designer se hai dei dubbi.

PLUGIN

Buona norma è usare sempre meno plugin possibile, controlla di non avere plugin installati e non attivati, se ci sono e non ti servono eliminali! Oltre che rallentare il sito possono compromettere la sicurezza! 

Se invece hai più di 7/8 plugin allora fai una scansione del sito con JQuer Monitor, ti aiuterà a capire quali tra questi utilizza maggiori risorse, fatto questo valuta se tenerlo o passare ad un altro plugin più performante con le stesse funzioni. Prima di fare questo passo chiedi al tuo web designer, non farlo in autonomia potrebbe costarti caro… 

Se credi che il web sia essere una risorsa per la tua azienda, ma non hai ancora trovato un partner che ti aiuti a sfruttare questa opportunità parliamone assieme analizzerò la tua situazione online e offline per capire insieme come posso aiutarti.

Contattami su WhatsApp (guarda in basso a sinistra del sito) oppure contattami QUI!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

ALTRI ARTICOLI

Novità WordPress 5.9

ARRIVA WORDPRESS 5.9, NOVITÀ RIVOLUZIONARIE E COME PREPARASI

WordPress 5.9 uscirà probabilmente il 25 gennaio 2022, in ritardo rispetto alla data del 14 dicembre che era stata annunciata inizialmente.

A quanto pare alcune funzionalità previste per WordPress 6.0 sono state anticipate e quindi incluse nella versione 5.9 e questo ha causato dei ritardi nel rilascio della versione, ma l’attesa ne vale la pena a fronte delle grandi novità. Vediamo quali…